Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI. OK
(da "IL RESTO DEL CARLINO" del 2 marzo 2000)

Renzo Rossi

Nuova luce sulla figura di Giovanna Righini Ricci

"Pianeta scuola", una realtà di singolare valenza etica e culturale ed in cui è una vocazione autentica dell'insegnante ad avvicinare l'aspetto didattico a quella che deve ritenersi una missione volta a preparare i ragazzi all'impegnativa avventura della vita.

E tra le figure più significative che hanno saputo nobilitare ed esaltare, nel mondo della scuola, questo particolare compito, va senz'altro annoverata Giovanna Righini Ricci, una insegnante di origine lughese, ma soprattutto scrittrice ed educatrice apprezzata ed amata dai ragazzi con i quali si è sempre confrontata con amore, calandosi nei loro problemi e dando attenzione alle loro esigenze.

E se mentre era in vita non sempre la critica ha saputo o voluto valorizzare il suo elevato impegno e le sue opere, solo dopo la sua scomparsa, avvenuta nel 1993, si sta registrando una rivalutazione di questa grande figura di donna, di educatrice e di scrittrice.

Un ulteriore e significativo contributo volto ad aggiungere un importante tassello utile a restituirci l'immagine più significativa e completa di questa educatrice, viene ora dalla pubblicazione del libro "Giovanna Righini Ricci: un grande amore: i ragazzi e la scuola ", un lavoro dato alle stampe dallo studioso lavczzolese Fausto Renzi e che ora esce per i tipi delle edizioni "Il Capitello" di Torino.

Si tratta di una ricerca di ampio respiro, che propone al lettore un 'flashback' della vicenda esistenziale di Giovanna Righini Ricci, fatto attraverso immagini vivide ed in cui si stagliano sentimenti, speranze e ideali di singolare spessore umano.

Gradevole ed accattivante si presenta anche lo stile narrativo dell'autore, uno stile permeato da un'autentica vena di liricità, in un continuo intreccio tra aspetti interessanti ed inediti della vita della scrittrice con quelli più significativi della sua produzione letteraria.

Suggestivi, infine, gli scenari che fanno da sfondo ai. vari momenti della vita della insegnante romagnola: dal mondo della sua infanzia calata nelle lontane atmosfere della civiltà contadina all'approdo nelle scuole dei grandi centri industriali del nord, realtà di grandi trasformazioni sociali e culturali.

Scenari indispensabili per comprendere la personalità così ricca di intensa umanità, idealità e cultura di Giovanna Righini Ricci.