Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI. OK
Ed. "Il resto del Carlino" - 2006

Dal volume "Donne di Romagna"

Giovanna Righini Ricci

scrittrice - Lugo 1933, Bologna 1993

Si legge in una stele commemorativa dedicata a Giovanna Righini Ricci:"Scrisse per i giovani con amore, li aiutò a diventare uomini". L'intensa produzione letteraria che ha costellato la vita della scrittrice, educatrice ed insegnante, nata a Lugo di Romagna nel 1933, è più simile ad una missione, lei che non ha avuto figli, che ad una semplice attività. Sin da bambina, dimostrò doti intellettive tanto vivaci da indurre la famiglia, poco incline all'istruzione della figlia, a farle proseguire gli studi.

La sua vocazione all'insegnamento la portò, poco più che studentessa ginnasiale, ad impartire lezioni a giovani poco più giovani di lei, attività che continuò fra Lugo, Milano e Torino finché, nel 1986, si trasferì a Bologna per dedicarsi completamente alla scrittura.

Il nome di Giovanna Righini Ricci è legato, infatti, ad una ricca serie di opere narrative rivolte ai preadolescenti, pubblicate nel periodo compreso fra il 1965 e il 1997, anno in cui uscì, postumo, il suo ultimo romanzo "In viaggio con la nonna". Protagonista indiscussa è l'adolescenza, vista come un momento straordinario e unico della vita umana, età in cui la personalità si forma, l'identità si crea e si scopre il mondo.

Ordinaria di lettere nelle scuole medie inferiori e superiori, Giovanna ha vissuto per lungo tempo a Conselice, località che le ha dedicato l'intitolazione della biblioteca e un premio letterario per ragazzi.

Nel novembre del 1998, la sua attività è stata al centro di un convengo organizzato a Lugo di Romagna, nel quale si è svolta la presentazione del repertorio bibliografico che elenca le opere narrative, le guide, gli eserciziari, i manuali scritti per la scuola media nonché i numerosi articoli apparsi su periodici e riviste specializzate. Il successo riscosso dalle sue opere è legato, in particolare, alla capacità dell'autrice di mettersi nei panni del ragazzo lettore, intuendone possibilità e aspirazioni.

Giovanna Righini Ricci è scomparsa a Bologna nel 1993.

"Attraverso le sue opere ricche di pagine suggestive, di sentimenti delicati, di problematiche esistenziali, di spunti psicologici", ebbe a scrivere il preside di una scuola media di Gioia del Colle, "Giovanna Righini Ricci riesce, in una società dominata dalle immagini a parlare al cuore degli adolescenti a suscitare in loro il gusto e l'amore per la "buona lettura", a infondere nell'animo dei giovani lettori la consapevolezza di valori insostituibili quali la famiglia, la scuola, l'amicizia, l'impegno sociale".

Immagine articolo scaricabile